Sezione Notizie

SP GROUP SRL

Corsi antincendio, quale scegliere?

Apr 2, 2021 | Antincendio

Quale corso antincendio scegliere?

La scelta della tipologia di corso deve essere commisurata alla tipologia dell’attività esercita, al livello di rischio di incendio e agli specifici compiti affidati ai lavoratori.

Il datore di lavoro, nell’ambito della valutazione del rischio di cui all’art.4 del D.Lgs.626/94, individua il livello di rischio incendio in cui ricade l’azienda, secondo i criteri di cui all’allegato I al DM 10/03/98.

Fermo restando la possibilità di implementazione dei contenuti in funzione di specifiche esigenze aziendali, il decreto di cui sopra propone le seguenti tipologie di corsi:

  • Attività a rischio di incendio elevato.

A titolo esemplificativo e non esaustivo si riporta un elenco di attività da considerare ad elevato rischio di incendio:

a) industrie e depositi di cui agli articoli 4 e 6 del D.P.R. n. 175/1988 e successive modifiche ed integrazioni;

b) fabbriche e depositi di esplosivi;

c) centrali termoelettriche;

d) impianti di estrazione di oli minerali e gas combustibili;

e) impianti e laboratori nucleari;

f) depositi al chiuso di materiali combustibili aventi superficie superiore a 20.000 mq;

g) attività commerciali ed espositive con superficie aperta al pubblico superiore a 10.000 mq;

h) scali aeroportuali, stazioni ferroviarie con superficie, al chiuso, aperta al pubblico, superiore a 5000 m2 e metropolitane; (lettera così modificata dal DM 08/09/1999. N.d.R.)

i) alberghi con oltre 200 posti letto;

l) ospedali, case di cura e case di ricovero per anziani;

m) scuole di ogni ordine e grado con oltre 1000 persone presenti;

n) uffici con oltre 1000 dipendenti;

o) cantieri temporanei o mobili in sotterraneo per la costruzione, manutenzione e riparazione di gallerie, caverne, pozzi ed opere simili di lunghezza superiore a 50 m;

p) cantieri temporanei o mobili ove si impiegano esplosivi.

CORSO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITA’ A RISCHIO DI INCENDIO ELEVATO

DURATA 16 ORE

1) L’incendio e la prevenzione incendi (4 ore)

– Principi sulla combustione;

– le principali cause di incendio in relazione allo specifico ambiente di lavoro;

– le sostanze estinguenti;

– i rischi alle persone ed all’ambiente;

– specifiche misure di prevenzione incendi;

– accorgimenti comportamentali per prevenire gli incendi;

– l’importanza del controllo degli ambienti di lavoro; 24

– l’importanza delle verifiche e delle manutenzioni sui presidi antincendio.

2) La protezione antincendio (4 ore)

– Misure di protezione passiva;

– vie di esodo, compartimentazioni, distanziamenti;

– attrezzature ed impianti di estinzione;

– sistemi di allarme;

– segnaletica di sicurezza;

– impianti elettrici di sicurezza;

– illuminazione di sicurezza.

3) Procedure da adottare in caso di incendio (4 ore)

– Procedure da adottare quando si scopre un incendio;

– procedure da adottare in caso di allarme;

– modalità di evacuazione;

– modalità di chiamata dei servizi di soccorso;

– collaborazione con i vigili del fuoco in caso di intervento;

– esemplificazione di una situazione di emergenza e modalità procedurali-operative.

4) Esercitazioni pratiche (4 ore)

– Presa visione e chiarimenti sulle principali attrezzature ed impianti di spegnimento;

– presa visione sulle attrezzature di protezione individuale (maschere, autoprotettore, tute, etc.);

 – esercitazioni sull’uso delle attrezzature di spegnimento e di protezione individuale.

  • Attività a rischio di incendio medio.

A titolo esemplificativo e non esaustivo rientrano in tale categoria di attività:

a) i luoghi di lavoro compresi nell’allegato al D.M. 16 febbraio 1982 e nelle tabelle A e B annesse al D.P.R. n. 689 del 1959, con esclusione delle attività considerate a rischio elevato;

b) i cantieri temporanei e mobili ove si detengono ed impiegano sostanze infiammabili e si fa uso di fiamme libere, esclusi quelli interamente all’aperto.

CORSO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITA’ A RISCHIO DI INCENDIO MEDIO

DURATA 8 ORE

1) L’incendio e la prevenzione incendi (2 ore)

– Principi sulla combustione e l’incendio;

 – le sostanze estinguenti;

– triangolo della combustione;

– le principali cause di un incendio;

– rischi alle persone in caso di incendio;

– principali accorgimenti e misure per prevenire gli incendi.

2) Protezione antincendio e procedure da adottare in caso di incendio (3 ore)

– Le principali misure di protezione contro gli incendi;

– vie di esodo;

– procedure da adottare quando si scopre un incendio o in caso di allarme;

– procedure per l’evacuazione;

– rapporti con i vigili del fuoco;

– attrezzature ed impianti di estinzione;

– sistemi di allarme;

– segnaletica di sicurezza;

– illuminazione di emergenza.

3) Esercitazioni pratiche (3 ore)

– Presa visione e chiarimenti sui mezzi di estinzione più diffusi;

– presa visione e chiarimenti sulle attrezzature di protezione individuale;

– esercitazioni sull’uso degli estintori portatili e modalità di utilizzo di naspi e idranti.

  • Attività a rischio di incendio basso

Rientrano in tale categoria di attività quelle non classificabili a medio ed elevato rischio e dove, in generale, sono presenti sostanze scarsamente infiammabili, dove le condizioni di esercizio offrono scarsa possibilità di sviluppo di focolai e ove non sussistono probabilità di propagazione delle fiamme.

CORSO PER ADDETTI ANTINCENDIO IN ATTIVITA’ A RISCHIO DI INCENDIO BASSO

DURATA 4 ORE

1) L’incendio e la prevenzione (1 ora)

– Principi della combustione;

– prodotti della combustione;

– sostanze estinguenti in relazione al tipo di incendio;

– effetti dell’incendio sull’uomo;

– divieti e limitazioni di esercizio;

– misure comportamentali.

2) Protezione antincendio e procedure da adottare in caso di incendio (1 ora)

– Principali misure di protezione antincendio;

– evacuazione in caso di incendio;

– chiamata dei soccorsi.

3) Esercitazioni pratiche (2 ore)

– Presa visione e chiarimenti sugli estintori portatili;

– istruzioni sull’uso degli estintori portatili effettuata o avvalendosi di sussidi audiovisivi o tramite dimostrazione pratica.

Affidati a noi per i tuoi corsi antincendio

Categorie

Cappotto termico

Cappotto termico, cos'è: Il cappotto termico è uno dei migliori interventi esterni per l’isolamento termico e acustico degli edifici, produce benessere all’interno delle abitazioni perché riduce lo scambio termico tra l’interno e l’esterno dell’abitazione e risolve i...

leggi tutto
Bonus Facciate

Bonus Facciate

Bonus facciate, cosa cambia dal 2022? Questo Bonus, in vigore dal 2020, interessa una detrazione fiscale del 90% senza un importo massimo di spesa per i lavori finalizzati al ripristino delle facciate degli edifici ma poiché è stato prorogato per tutto il 2022, la...

leggi tutto
SISMABONUS

SISMABONUS

SISMABONUS, come funziona: Detrazione IRPEF o IRES dal 50% all’ 85% prevista su un ammontare massimo di 96.000 per le spese sostenute sia dai contribuenti privati che dalle società inerenti agli interventi per la messa in sicurezza di case e edifici produttivi in...

leggi tutto
ECOBONUS

ECOBONUS

Ecobonus, tutte le detrazioni fiscali: Detrazione IRPEF o IRES dal 50% al 85% concessa anch’essa per interventi che migliorino l’efficienza energetica degli edifici esistenti ma ripartita in dieci rate annuali di pari importo. Gli interventi per cui è riconosciuta la...

leggi tutto
Superbonus 110%

Superbonus 110%

Superbonus 110% come funziona Detrazione al 110% inerente agli interventi di risparmio energetico divisa in cinque rate annuali di pari importo che potrà essere ceduta all’impresa o alla banca. Agevolazione volta non solo a interventi per l’efficienza energetica bensì...

leggi tutto
BONUS Ristrutturazione

BONUS Ristrutturazione

Tutto quello che c'è da sapere sul Bonus Ristrutturazione Le agevolazioni fiscali per gli interventi di ristrutturazione edilizia sono disciplinate dall’art. 16-bis del Dpr 917/86 e prevedono un defalco dall’Irpef del 36% per le spese sostenute fino a un totale di...

leggi tutto
Protezione antincendio

Protezione antincendio

La protezione antincendio comprende tutte le misure da attuare al fine di limitare i danni alle persone ed alle cose derivanti dallo sviluppo di un incendio. Le misure di protezione di distinguono in Passiva e Attiva. I sistemi di protezione attiva non prevengono il...

leggi tutto
Come si usa l’estintore

Come si usa l’estintore

Come utilizzare l’estintore: Togliere la sicuraImpugnare la lanciaAzionare l’estintore Per usare un estintore, qualunque sia il tipo e contro qualunque fuoco l'intervento sia diretto, è necessario attenersi alle seguenti regole: Prendere visione e rispettare le...

leggi tutto
Estintori, cosa sono e come funzionano

Estintori, cosa sono e come funzionano

Cos’è un estintore L'estintore è un'apparecchiatura mobile di sicurezza, ad uso pubblico e privato, destinata allo spegnimento di fuochi mediante emissione autonoma di prodotti idonei detti agenti estinguenti coadiuvati da propellente. Com’è fatto un estintore Un...

leggi tutto
Share This

Share This

Share this post with your friends!