Impianto rete idranti

SCOPRI DI PIù

Impianto rete idranti

Cosa sono:

Gli impianti antincendio fissi con naspi e reti idranti sono tra gli impianti antincendio più diffusi in quanto molto efficaci nel fornire acqua in modo omogeneo che vada a spegnere l’incendio e anche nel controllare l’incendio nei momenti di principio e diffusione.
Si tratta di tubazioni fisse per l’alimentazione idrica. L’impianto idranti, inoltre, è un mezzo manuale in quanto serve un operatore che apra il rubinetto idrante e indirizzi il getto d’acqua della lancia contro le fiamme.

Normative e tipologie reti idranti:

La norma UNI 10779 disciplina i principali componenti delle reti idranti ossia:

  • idrante a muro conformi alla UNI EN 671-2 (cassetta murata o sporgente, rubinetto idrante, lancia e manichetta ossia una tubazione flessibile e raccordabile)
  • naspi conformi alla UNI EN 671-1, più facili da usare degli idranti ma con minor gittata
  • idrante soprasuolo a colonna conformi alla UNI 9845
  • idrante sottosuolo conformi alla UNI 9486
  • attacchi di mandata per autopompa per l’immissione di acqua nella rete da parte dei vigili del fuoco in caso di emergenza
  • valvole a diluvio e dispositivi di sfiato tipici delle reti di tubazioni a secco
  • riserva idrica di 1 o più serbatoi qualora l’acquedotto non riuscisse a soddisfare la richiesta di acqua
  • gruppo di pompaggio

Gli idranti, inoltre, vanno usati solo su incendi di materiali solidi e dopo aver stoccato la tensione all’area interessata.

Tipologie di reti:

  • Reti idranti all’aperto per proteggere ambienti esterni. Vi sono reti a secco con tubazioni riempite di aria e non di acqua nei casi di possibile congelamento dell’acqua e reti a umido.
  • Reti idranti ordinarie per proteggere gli edifici interni con dispositivi di protezione interna ed esterna con tubazioni riempite di acqua in pressione per un rapido intervento
    Dopo un’analisi e una valutazione del rischio incendio si valutano i casi nei quali la rete idrante deve essere realizzata e se bisogna includere protezione interna, esterna o entrambe.

La manutenzione dell’impianto, secondo Direttive UNI 671/3, UNI 10779 e UNI 12845 deve avvenire ogni sei mesi.

Richiedi un preventivo per il tuo impianto rete idranti antincendio

Share This