Impianti di riscaldamento a pavimento

Impianti di Riscaldamento

a pavimento

I sistemi di riscaldamento di tipo radiante possono essere a soffitto, parete o pavimento. In particolare, i riscaldamenti a pavimento sono di ultima generazione e garantiscono un risparmio energetico che va dall’8 al 30% rispetto alle spese classiche del gas poiché funzionano a basse temperature e in poco tempo raggiungono la temperatura desiderata.
La loro installazione andrebbe prevista in edifici in fase di costruzione in quanto durante una ristrutturazione il costo di installazione risulterebbe alto rispetto alle altre soluzioni di riscaldamento anche se comunque si potrà giovare in seguito di questa scelta.

Dunque, gli impianti di riscaldamento invernale e raffrescamento estivo a pavimento garantiscono un alto livello di comfort ambientale e un rilevante risparmio energetico. In estate, inoltre, l’umidità viene gestita e regolata per mezzo del deumidificatore che consente livelli ideali per sfruttare il massimo comfort abitativo.

Come funzionano gli impianti di riscaldamento a pavimento

La funzione degli impianti di riscaldamento a pavimento è quella di alzare la temperatura degli ambienti interni grazie alla trasmissione di calore per irraggiamento propagata attraverso la superficie del pavimento.

Il riscaldamento sarà uniforme per un ottimo comfort abitativo e sarà possibile gestire la regolazione della temperatura degli ambienti in maniera indipendente così da aver temperature diverse nei differenti vani dell’edificio.

I sistemi radianti funzionano grazie all’acqua che circola nell’impianto raffreddando o riscaldando la superficie dei pannelli permettendo un riscaldamento o un raffreddamento uniforme. Infatti, con temperature dell’acqua basse perché non maggiori a 40° e quindi temperature superficiali di circa 29°, viene garantito il massimo comfort.

Inoltre, grazie alla bassa differenza di temperatura tra le superfici radianti e l’aria, non si vanno a creare moti convettivi dell’aria con conseguenti polveri sospese e dispersioni di calore, frequenti nei sistemi tradizionali di riscaldamento.

Gli impianti radianti sono ideali, inoltre, per essere integrati con pompe di calore, caldaie a condensazione o biomassa e con altre tecnologie che sfruttino energie rinnovabili. Infatti, una pompa di calore può aumentare la sua efficienza se abbinata ad un sistema radiante anziché un impianto a ventilconvettori.

Un vantaggio è l’assenza di impianti di riscaldamento a vista che permette una vasta gestione dello spazio e dell’arredo nell’edificio in quanto gli elementi radianti sono costituiti da tubi resistenti alle alte temperature installati sotto il pavimento così da risultare invisibili.

Progettazione impianto di riscaldamento a pavimento

La progettazione di un impianto di riscaldamento a pavimento potrebbe essere:

  • installazione cassetta porta collettore e posa banda perimetrale
  • posa dei pannelli isolanti
  • posa delle tubature ad alta resistenza termica distribuite a serpentina e collegate al collettore
  • posa rete elettrosaldata
  • massetto e pavimento

Vi sono poi numerose varianti sul mercato ma in linea di massima la struttura dell’impianto rimane questa. Inoltre, alcuni tra gli elementi che lo compongono sono:

  • il collettore di distribuzione collegato al circuito idraulico grazie ai raccordi
  • i raccordi di connessione per connettere a ogni uscita dal collettore due circuiti radianti
  • la cassetta porta collettori da incasso
  • banda isolate perimetrale posta tra pareti e pannelli radianti per un buon isolamento termico e acustico

Gli impianti di riscaldamento a pavimento non necessitano particolari interventi di manutenzione ordinaria ma è bene eseguire il ricambio dell’acqua e usare additivi per fronteggiare la comparsa di calcare e funghi.

Impianto di riscaldamento a pavimento con termo-arredi

A completamento di questo tipo di impianto vi sono i termo-arredo ossia dispositivi a parete o pavimento connessi all’impianto di riscaldamento.

Sono anche detti scalda salviette perché in grado di riscaldare gli asciugamani in bagno ma in generale scaldano anche l’ambiente.
La struttura è composta da due collettori a tubo verticali e paralleli tra di loro collegati da un tot di tubi orizzontali con determinate distanze tra di essi per consentire che vengano riposti sia gli asciugamani più sottili che quelli più spessi.

Tuttavia, oggi possiamo disporre anche di termo-arredi a bandiera o ad angolo in base alle dimensioni della stanza e per un migliore sfruttamento dello spazio. Inoltre, possiamo scegliere tra un’ampia gamma di colori e materiali per ogni tipo di design.

Chiedi un preventivo per il tuo Impianto di riscaldamento a pavimento 

Share This