Fornitura Estintori

Guida alla scelta dell'estintore
SCOPRI DI PIù

Fornitura Estintori

Hai bisogno di estintori per la tua azienda, la tua casa o la tua auto?

Esistono diversi tipi di estintori, ognuno dei quali è specifico per affrontare una determinata tipologia di incendio.

Questi dispositivi, ormai obbligatori in negozi ed uffici pubblici e privati, costituiscono un’arma efficace e sicura contro il propagarsi di incendi, salvaguardando spazi, beni materiali e soprattutto la vita delle persone.

Per definizione l’estintore è un apparecchio contenente un agente estinguente che può essere espulso per
mezzo della pressione interna e diretto su un fuoco o fiamma.

La pressione può essere fornita da una compressione preliminare permanente, da una reazione chimica o dalla liberazione di un gas ausiliario.

Vediamo come scegliere l’estintore adatto per ogni esigenza

Gli estintori si suddividono in due macro categorie:

ESTINTORI PORTATILI

progettati per essere trasportati ed azionati a mano, di massa < 20 kg.

ESTINTORI CARRELLATI

su ruote, progettati per essere trasportati ed azionati a mano, con massa > 20 kg.

In relazione all’agente estinguente in esso contenuto si suddividono in:

ESTINTORE AD ACQUA

ESTINTORE A SCHIUMA

ESTINTORE A POLVERE

ESTINTORE AD ANIDRIDE CARBONICA

ESTINTORE AD IDROCARBURI ALOGENATI

L’estintore va scelto in base alla classe di fuoco, all’ambiente e alla previsione dell’utilizzo.

CLASSI DI FUOCO

Fuochi di classe A – Fuochi di SOLIDI

generati da combustibili solidi, con formazione di brace con l’esclusione dei metalli. In questa classe, rientrano i fuochi generati da materiali quali il legno, la carta, i materiali tessili, le pelli, la gomma

Fuochi di classe B – Fuochi di LIQUIDI

generati da combustibili liquidi e da solidi liquefabili. In questa classe rientrano i fuochi generati da materiali quali l’alcol, i solventi, gli oli minerali, gli idrocarburi, le benzine

Fuochi di classe C – Fuochi di GAS

generati da combustibili gassosi. In questa classe rientrano fuochi generati da metano, butano, idrogeno, acetilene, propilene

Fuochi di classe D – Fuochi di METALLI

generati da metalli combustibili. Appartengono a questa classe i fuochi generati da potassio, magnesio, zinco, zirconio, titanio. Le norme ISO prevedono una classificazione maggiormente dettagliata per questa categoria, servono estintori realizzati con polveri speciali da installare in laboratori ove vengono trattati i metalli o polveri di metallo

Fuochi di classe F – Fuochi da oli e grassi vegetali o animali.

classe introdotta con la norma EN 2:2005 è riferita ai fuochi generati da oli combustibili di natura vegetale e/o animale quali quelli usati nelle cucine, in apparecchi di cottura

Guida alla scelta dell’estintore adatto

N.B Le indicazioni della tabella sono di carattere generale

CLASSE A

ESTINTORE A POLVERE

ESTINTORE CO2

ESTINTORE IDRICO

ESTINTORE SCHIUMA

SI

NO

SI

SI

CLASSE B

 

ESTINTORE A POLVERE

ESTINTORE CO2

ESTINTORE IDRICO

ESTINTORE SCHIUMA

SI

SI

NO

SI

CLASSE C

ESTINTORE A POLVERE

ESTINTORE CO2

ESTINTORE IDRICO

ESTINTORE SCHIUMA

SI

SI

NO

NO

CLASSE D *occorre utilizzare delle polveri speciali ed operare con personale addestrato

ESTINTORE A POLVERE

ESTINTORE CO2

ESTINTORE IDRICO

ESTINTORE SCHIUMA

SI

NO

NO

NO

CLASSE F *Estinguente specifico

ESTINTORE A POLVERE

ESTINTORE CO2

ESTINTORE IDRICO

ESTINTORE SCHIUMA

NO

NO

SI

SI

IMPIANTI E ATTREZZATURE ELETTRICHE

ESTINTORE A POLVERE

ESTINTORE CO2

ESTINTORE IDRICO

ESTINTORE SCHIUMA

SI

NO

SI

SI

Il PESO dell’estinguente è un altro fattore determinante per la scelta dell’estintore, esso determina anche la durata minima di funzionamento dello stesso in caso spegnimento.

Estintori portatili (massa da 1 a 20 Kg) – Classificati secondo EN 3-7:2004
TIPOCARICHE
PolvereKg: 1, 2, 3, 4, 6, 9, 12
Co2Kg: 2, 5
Idrocarburi alogenatiKg: 1, 2, 4, 6
Acqualt: 2, 3, 6, 9
Schiumalt: 2, 3, 6, 9

L’estintore portatile è utilizzato nel principio d’incendio da un solo operatore.

Estintori carrellati (massa maggiore di 20 Kg)- Classificati secondo UNI 9492 CNVF
TIPOCARICHE
PolvereKg: 30, 50, 10, 150
Co2Kg: 18, 27, 54
Idrocarburi alogenatiKg: 30, 50
Acqualt: 50, 10, 150
Schiumalt: 50, 100, 150

L’estintore carrellato può estinguere un incendio e deve essere utilizzato da due operatori nel seguente modo:

1° operatore, trasporta e attiva l’estintore;

2° operatore impugna la lancia e opera l’estinzione.

Ora che sai come scegliere l’estintore adatto 

Preventivo Fornitura Estintori

Acconsento al trattamento dei miei dati personali:

15 + 11 =

Share This